aprile 22nd, 2014

Bisogna sempre inventarsi qualcosa

Quando “il turismo è maturo” bisogna agire con la fantasia,bisogna sempre rincorrere le novità,oppure rispolverare il “passato”.

L’importante è non restare immobili.

Il nostro Entroterra purtroppo è immobile;poche le novità,pochi gli impulsi nuovi.

 

aprile 21st, 2014

invecchiamento

Un tempo mi chiedevo quali fossero i sintomi dell’invecchiamento:ora li conosco.

Stanchezza;dolori in varie parti del corpo;difficoltà a salire i gradini;una certa depressione.

Ma lasciamo stare.

E’ trscorsa una strana Pasqua.Lavoro.lavoro e lavoro.

Non conosco i dati dell’entroterra,nè in particolare di Montefiore:ma credo che le cattive previsioni del tempo abbiano inciso negativamente.

Gradita visita di Mauro Santinato:niente di nuovo.

Aspetto notizie da Giuliano.

Le previsioni sono migliori circa il prossimo Weekend.

aprile 19th, 2014

Le strade

Boom di ciclisti nel nostro Entroterra,polemica sulla manutenzione delle strade.

Da anni i due argomenti si uniscono.

Vorrei uscire da questo schema introducendo il progetto “trasformiamo le strade di campagna in piste ciclabili”.

Forse è ritenuto futuribile,o forse non riesco a trovare gli interlocutori giusti.

I politici sono la solita delusione:vedi sindaco di Gemmano,sindaco di Montescudo,assessore al turismo della Provincia di Rimini.

Altri sono inavvicinabili:Cassani,Linus.

Per ora mi resta Manlio Maggioli.

Forse debbo diventare più umile e riprendere i contatti con il mondo Bike più vicino a me,poi allargarlo alle novità,Rimini e Cattolica.

Nei prossimi giorni proverò a parlare con Marina Pasquini.

aprile 19th, 2014

Finalmente!

Finalmente è stato ripristinato il Blog.

Le ultime novità per titoli:incontro “telefonico” con Manlio Maggioli che si è dimostrato interessato al “sogno” della trasformazione delle strade di campagna in piste ciclabile,per il rilancio della Val Conca e di tutto il nostro Entroterra.

L’incontro-scontro con Maurizio di Villa Tamara.

Il dialogo con Giuliano Gnoli sull’ipotesi affitto di gestione del Rivellino da parte dello stesso per unificare l’azione dell’Enoteca con quella del Rivellino.

Il moltiplicarsi delle liste in vista delle prossime Elezioni Amministrative;liste che potrebbero essere sintetizzate “il vecchio che avanza”.

febbraio 20th, 2014

Paolo Rumiz

Da “Repubblica”del 20/02.
“Sono stanco di rischiare la vita ogni giorno che mi muovo su due ruote per fare la spesa o andare al lavoro.
Quella che temo è l’Italia,la sua cultura,che è tutta contro la bicicletta.
L’italiano medio disprezza chi la usa,lo odia come un intralcio.”Ma quando sparirete”mi hanno gridato un giorno.
“Claudio Pedroni”:mettere in sicurezza le vie di basso traffico (quante ce ne sono nel nostro Entroterra?);recuperare gli argini dei fiumi (Ferrara );riadattere i cinque mila Kilometri di ferrovie dismesse,in particolare la dorsale Adriatica.

febbraio 14th, 2014

Sogno o son desto?

Ultimamente dormo poco e male:sarà la vecchiaia.
Questa mattina,dopo aver letto qualche pagina del solito “Noir”,mi sono appisolato sognando di una caffettiera sul fornello che iniziava a “borbottare”,segno evidente della fuoriuscita del caffè.Mi sono svegliato,ho capito che si trattava di un sogno e sono andato in cucina a prepararmi il caffè:la macchinetta era già sul fuoco!
Si tratta di un apparecchio elettrico,quindi doveva essere lì accesa dalla sera precedente (Niccolò?) ,quindi niente di che,se non la contiguità tra sogno e realtà.

febbraio 12th, 2014

Rurale e Slow

Sempre da “Repubblica”viaggi.
Operatori e analisti vedono in Italia e in Europa una forte “voglia di campagna”.
Turismo rurale non significa semplicemente un weekend in campagna.E’ il trionfo dell’autenticità,della vacanza slow.E’ la scoperta di mete meno note,di destinazioni culturali,di antichi borghi.E’ la ricerca di prodotti enogastronomici,tipici e della tradizione.
In Italia si moltiplicano,con la bella stagione,le manifestazioni legate al turismo verde:l’Emilia Romagna promuove “Fattorie aperte”,la “Giornata verde”,”Primavera slow”.
Il comune di Montefiore Conca,che cosa fa?

febbraio 12th, 2014

City Break

Leggendo “Repubblica”viaggi si imparano tante cose nuove:”City Break”è l’equivalente di un periodo relativamente breve da trascorrere in una città d’arte e nelle vicinanze;non più un fine settimana,ma tre o quattro giorni,in cui alla visita della città principale si accompagna un tour legato alla campagna,all’eno gastronomia,all’andare lento.
Montefiore Conca,se fosse conosciuta,potrebbe rientrare in questo programma:ha nei suoi pressi una rete autostradale importante,un aeroporto (fino a quando ?)internazionale nelle vicinanze,può contare su prodotti eno-gastronomici molto interessanti.
Chi parla di questo tipo di turismo?Giancarlo Dall’Ara,un quasi nostro concittadino;colui che per primo indicò la strada dell’albergo diffuso;colui che avrebbe fatto qualcosa di notevole per Montefiore Conca,se l’amminostrazione “glieo avesse richiesto”.

febbraio 6th, 2014

Vento contro

Dopo una domenica passata sotto una pioggia insistente,ieri tour in bici sferzato da un vento impietoso:andare verso Mercatino in bici è stato come scalare lo Stelvio.
In ottima compagnia di Giorgino,lui sempre davanti a tirare,io sempre a rimorchio,abbiamo fatto un bel giro nel nostro entroterra che ancora una volta ha mostrato l’inedeguatezza delle nosre strade:si stanno aprendo delle voragini.
Il ritorno,tra vento trasversale favorevole e “tirate”di Giorgino,siamo arrivati a casa in un batti baleno.
Temperature a livello di primavera;se si va avanti così,tra un pò vedremo i primi germogli:ciò non è positivo.

gennaio 29th, 2014

La famiglia

Nei momenti difficili la famiglia gioca un ruolo determinante;avere vicini figli e moglie che ti sostengono,con proposte o con un silenzio carico di disponibiltà,è fondamentale.
I giovani sono un modello per noi anziani o adulti:vanno sfatati tanti luoghi comuni;forse noi non siamo stati all’altezza.